Montoggio,
una capitale green

Cultura, natura,magnifici prodotti della terra rivisitati in cucina. Montoggio, nella sua dimensione verde a 500 metri sul livello del mare, ti accoglie così: ricca di testimonianze storiche (le prime notizie risalgono al X secolo), di acque e pascoli, di cime che offrono visuali aperte verso le Alpi e il mare. La località sorge dove i torrenti Laccio e Pentemina confluiscono a formare lo Scrivia, che di li poi procede sinuoso disegnando la valle.

fauna

Carsegli

Carsegli è una frazione del comune di Montoggio situata ai piedi del Monte Liprando (m. 1122), da cui si ha una vista a 360º gradi e, nelle giornate limpide, si può vedere la Corsica, tutto l'arco alpino e la Valle d'Aosta.
La frazione di Carsegli è suddivisa in cinque paesi più piccoli: Rione, Vallecalda, Cognole, Case Vecchie, dove sorge l'antica cappella di San Rocco costruita nel 1839 dai fedeli superstiti della peste, e Poggio. crsegli 1 20131113 1531699622Il gruppo di case in alto è Poggio, chiamato dai vecchi del luogo "Ca' dedatu" ovvero "case di sopra", mentre quello in basso è Case Vecchie. Fra i due paesi c'è un bel bosco di castagni e noccioli. Poggio ha un suo fascino particolare, poiché è raggiungibile solo da Case Vecchie, percorrendo a piedi, in circa 10-15 minuti, una mulattiera che sale in mezzo ad un bosco di castagni domestici vecchi di circa due secoli, oppure da Carsi con una camminata di circa 45 minuti che porta a costeggiare le pendici del Monte Liprando; questo paesino, anche se scomodo, non è mai stato abbandonato e la gente del posto ha sempre cercato di tenerlo in vita, mantenendo intatte le antiche case in pietra ed in legno, ristrutturandole con l'aiuto di una piccola teleferica e continuando a conservare tutt'oggi gli oggetti e le cose antiche che ricordano il passato. Attualmente, vista la sempre più imponente crescita di erbacce ed arbusti, la gente del luogo ospita quattro asinelli nella speranza che aiutino a mantenere pulito tutt'intorno.
Il paesino di Carsegli è anche conosciuto per l'ospitalità della sua gente perché, nel corso del secondo conflitto mondiale, ha ospitato tantissimi sfollati scappati dalle città della costa. Il 16 Agosto si celebra San Rocco, festa che è sempre stata un momento d'incontro tra gli abitanti delle valli confinanti che fino a non molti anni fa raggiungevano il paese a piedi. Infatti, a Carsegli la strada carrozzabile è arrivata solo nel 1979.