Montoggio,
una capitale green

Cultura, natura,magnifici prodotti della terra rivisitati in cucina. Montoggio, nella sua dimensione verde a 500 metri sul livello del mare, ti accoglie così: ricca di testimonianze storiche (le prime notizie risalgono al X secolo), di acque e pascoli, di cime che offrono visuali aperte verso le Alpi e il mare. La località sorge dove i torrenti Laccio e Pentemina confluiscono a formare lo Scrivia, che di li poi procede sinuoso disegnando la valle.

fauna

La leggenda di Balilla

La statua di Balilla

Giovan Battista Perasso, detto Balilla, è una popolare figura storica della Genova del Settecento, quando la città e tutta la Liguria erano sotto il dominio austriaco.
Viene identificato come il giovane che, secondo la tradizione, il 5 Dicembre 1746, nel quartiere genovese di Portoria, diede l'avvio alla rivolta popolare contro gli occupanti austriaci chiedendo "Che l'inse?" e lanciando un sasso verso le truppe che pretendevano, con arroganza, di essere aiutate ad estrarre dal fango un pezzo d'artiglieria.
La frase, in genovese, significa "Comincio?" oppure, secondo altre versioni, "Comincio io?".
Il popolo genovese fu, così, incitato dal ragazzo alla rivolta contro le truppe austriache che occupavano la città.

Approfondite ricerche sull'esatta identità dell'eroe di Portoria furono portate avanti nell'800 con esiti controversi, si giunse però ad accertare che un certo Giovan Battista Perasso era effettivamente nato, nel 1729, a Pratolongo di Montoggio.

Nella piccola frazione, vicino ad un rudere che viene considerato quel che resta della sua casa natale, è stato eretto un monumento che lo ricorda.