................

Canestrelli di castagne

Sono nati come dolce “povero”, economico perché fatto risparmiando la preziosa farina di grano, sostituita da quella di castagne, e l’altrettanto prezioso e raro zucchero, sostituito dal miele spesso prodotto “in casa”; anche il burro, aggiunto in piccola quantità ma prodotto on la panna freschissima del latte appena munto, concorreva a dare al dolce la sua particolare fragranza.

Sono prodotti, o meglio, riprodotti ormai da diversi anni, hanno la caratteristica forma a corolla di fiore, sono color bruno scuro e profumano di bosco e castagne; l’impasto, preparato a mano, riposa a lungo prima di essere steso in una sfoglia da cui vengono ritagliati, sempre a mano, ad uno ad uno, i canestrelli che vengono poi cotti nel forno a legna aggiungendo, così, fragranza a fragranza.