Montoggio,
una capitale green

Cultura, natura,magnifici prodotti della terra rivisitati in cucina. Montoggio, nella sua dimensione verde a 500 metri sul livello del mare, ti accoglie così: ricca di testimonianze storiche (le prime notizie risalgono al X secolo), di acque e pascoli, di cime che offrono visuali aperte verso le Alpi e il mare. La località sorge dove i torrenti Laccio e Pentemina confluiscono a formare lo Scrivia, che di li poi procede sinuoso disegnando la valle.

fauna

Canestrelli di castagne

Sono nati come dolce “povero”, economico perché fatto risparmiando la preziosa farina di grano, sostituita da quella di castagne, e l’altrettanto prezioso e raro zucchero, sostituito dal miele spesso prodotto “in casa”; anche il burro, aggiunto in piccola quantità ma prodotto on la panna freschissima del latte appena munto, concorreva a dare al dolce la sua particolare fragranza.

Sono prodotti, o meglio, riprodotti ormai da diversi anni, hanno la caratteristica forma a corolla di fiore, sono color bruno scuro e profumano di bosco e castagne; l’impasto, preparato a mano, riposa a lungo prima di essere steso in una sfoglia da cui vengono ritagliati, sempre a mano, ad uno ad uno, i canestrelli che vengono poi cotti nel forno a legna aggiungendo, così, fragranza a fragranza.