Montoggio,
una capitale green

Cultura, natura,magnifici prodotti della terra rivisitati in cucina. Montoggio, nella sua dimensione verde a 500 metri sul livello del mare, ti accoglie così: ricca di testimonianze storiche (le prime notizie risalgono al X secolo), di acque e pascoli, di cime che offrono visuali aperte verso le Alpi e il mare. La località sorge dove i torrenti Laccio e Pentemina confluiscono a formare lo Scrivia, che di li poi procede sinuoso disegnando la valle.

fauna

Lago di Val Noci

Creato tra il 1924 e il 1930 attraverso la costruzione di un’imponente diga alta 56 metri che sbarra il corso del Rio Val di Noci, il lago ha una profondità massima di 46 metri, una capacità di 3,3 milioni di metri cubi d’acqua e raggiunge una superficie massima di circa 20 ettari. Rappresenta una preziosa risorsa idrica per tutto il territorio genovese.

Si trova ad un'altezza di 527 mt s.l.m. ed è racchiuso da una splendida cornice naturale di monti tra cui il Monte Bano coi suoi 1.035 mt. e il Monte Candelozzo, 1.036 mt, mete di piacevoli escursioni che offrono emozionanti esperienze, sia dal punto di vista naturalistico che sportivo. Le acque di questo lago artificiale sono, invece, meta degli amanti della pesca, poiché ospitano trote, cavedani, barbi e soprattutto carpe.

Il lago Val Noci è alimentato da piccoli ruscelli che scendono dai pendii circostanti; ve ne sono sulla riva destra e su quella sinistra; questi ultimi apportano molto materiale solido che va ad accumularsi nel fondo del bacino; per questo motivo la sponda sinistra del lago presenta un aspetto più pianeggiante rispetto a quella destra ed è percorsa da agevoli sentieri lungo i quali si trovano ampi spazi, ideali per escursioni.